Contro il femminicidio a Ostia: 500 in parata per dire “Mai più”

  • 3 giugno, 2013
Contro il femminicidio a Ostia: 500 in parata per dire “Mai più”

Dopo Bologna, anche Ostia si è mobilitata per dire basta al femminicidio: sabato pomeriggio in cinquecento – tra uomini e donne – hanno sfilato per le vie del lido per  mostrare la propria indignazione nei confronti della violenza contro le donne. La manifestazione ha avanzato anche precise richieste a governo ed  enti locali, tra cui  il rifinanziamento e la diffusione territoriale degli sportelli pubblici antiviolenza e la pianificazione a lungo termine di politiche finalizzate alla prevenzione e alla protezione delle vittime. Si chiedono inoltre  pene certe per chi è colpevole, il potenziamento dei consultori e dei centri di ascolto territoriali, la formazione degli operatori sanitari, degli agenti di polizia, dei carabinieri e di tutte le istituzioni preposte. Durante la manifestazione il ricordo di Franca Rame e un reading dei testi tratti da “Ferite a morte” ad opera delle studentesse dei licei. Anche nelle istituzioni qualcosa si muove: una settimana fa, presso l’Assemblea legislativa del Lazio, è stata depositata una mozione  avente per oggetto misure urgenti per il contrasto del femminicidio e della violenza di genere sulle donne.  «La mozione – spiega la consigliera Marta Bonafoni, prima firmataria – impegna la Regione  al rifinanziamento e alla diffusione capillare dei centri antiviolenza, all’istituzione di un osservatorio regionale sulla violenza di genere e di una rete regionale operativa tra tutti i soggetti coinvolti, finalizzata al contrasto della violenza di genere, alla promozione di attività di prevenzione ma anche in grado di garantire adeguata accoglienza, protezione e sostegno alle vittime dei maltrattamenti». In Puglia, su questi temi temi,  è già stato avviato l’iter per una legge regionale.

 

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Per accettare clicca su ACCETTO oppure scorri semplicemente la pagina. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso puoi leggere la nostra: Informativa Estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi