Valeria Golino da New York: “Contro la violenza servono leggi e consapevolezza. Per questo ho voluto esserci”

  • 25 novembre, 2013
Valeria Golino da New York: “Contro la violenza servono leggi e consapevolezza. Per questo ho voluto esserci”

“La violenza contro le donne è un fenomeno mondiale, che purtroppo accomuna luoghi e culture molto diverse tra loro. Per contrastarlo servono certo leggi e politiche nazionali, ma anche una consapevolezza che uomini e donne devono costruire tutti assieme. Portare le voci delle vittime di femminicidio nelle sedi istituzionali più importanti, come quella delle Nazioni unite a New York, serve proprio a questo. Perciò ho accettato di dare voce io stessa a una delle vittime di violenza che Serena Dandini ha incluso nel suo spettacolo”. (Valeria Golino, questa sera a New York nel Palazzo di Vetro dell’Onu per “Ferite a morte”)

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Per accettare clicca su ACCETTO oppure scorri semplicemente la pagina. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso puoi leggere la nostra: Informativa Estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi