Asia, il «diritto» di stuprare: un quarto degli uomini lo fa

  • 12 settembre, 2013
Asia, il «diritto» di stuprare: un quarto degli uomini lo fa

Sono cinque i Paesi dell’Asia in cui l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha condotto uno studio sulla violenza sulle donne, facendo emergere un dato a dir poco allarmante: un uomo su dieci ha stuprato una donna. Considerando anche la propria partner  la percentuale sale al 25%, cioè un uomo su quattro.  Il dato è stato elaborato dopo aver interrogato un campione di 10.000 uomini in Cina, Bangladesh, Cambogia, Indonesia, Sri Lanka e Papua Nuova Guinea. Secondo quanto riportato da Repubblica, «i ricercatori sono giunti alla conclusione che nella maggioranza dei paesi circa il 6-8% degli uomini ha stuprato una donna che non fosse la loro partner. Quando hanno considerato anche le violenze dentro le mura domestiche, le percentuali sono salite tra il 30 e il 57%. Il tasso più ‘basso’ è stato rilevato in Bangladesh e in Indonesia, quello più alto in Papua Nuova Guinea. E dalle risposte risulta che circa la metà ha commesso il primo stupro durante l’adolescenza». Inoltre, il 70% di chi ammette di aver abusato di una donna rivendica di averlo fatto per «diritto sessuale»: solo la metà di loro dice di sentirsi in colpa e meno di un quarto è stato condannato alla reclusione.

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Per accettare clicca su ACCETTO oppure scorri semplicemente la pagina. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso puoi leggere la nostra: Informativa Estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi