‘Ferite a Morte’ al palazzo delle Nazioni Unite di Ginevra

  • 20 marzo, 2014
‘Ferite a Morte’  al palazzo delle Nazioni Unite di Ginevra

E’ di altissimo livello il cast che porterà ‘Ferite a Morte’ all’interno del palazzo delle Nazioni Unite di Ginevra. Ad affiancare sul palco Serena Dandini e Maura Misiti saranno donne delle istituzioni, dello spettacolo, della società civile e dello sport. Si parte con Carla Del Ponte, volto simbolo del Tribunale Penale per l’ex Jugoslavia che guidò, da Procuratore Capo, dal 1999 al 2007: oggi la magistrato svizzera è membro della commissione internazionale indipendente d’inchiesta per la Siria, sotto l’egida del Consiglio dei diritti umani dell’ONU. Con lei anche Navi Pillay: magistrato sudafricano, è stata la prima donna non bianca a fare parte dell’Alta Corte del Sudafrica e dal dicembre 2008 è Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani. Ideale ‘Padrona di casa’ è Kajori Massé-Basu, presidente dell’United Nations Women’s Guild.

E ancora: Doris Schopper, una vita spesa sul campo per Medici senza Frontiere, oggi è professoressa di Medicina all’Università di Ginevra e membro della Croce Rossa Internazionale. Cécile Kyenge, primo ministro di colore nella storia d’Italia (ha avuto la delega all’integrazione fino a poche settimane fa) e portavoce nazionale della rete Primo Marzo che si occupa di promuovere i diritti dei migranti. Kate James è attivista vicina alla famiglia Clinton: fa parte del Board of Direction di Vital Voices, l’organizzazione fondata da Hillary Clinton, dedicata all’emancipazione delle donne nel mondo degli affari e della politica. Mimma Viglezio è scrittrice e creative consultant in fashion and design: oggi freelance, in passato è stata manager per Louis Vuitton e Gucci. Maria Grazia Cucinotta è una delle attrici italiane più famose nel mondo: modella e regista, si è dedicata anche alla produzione cinematografica. Dal mondo della ricerca arriva, invece, Fabiola Gianotti, fisica e portavoce dell’esperimento Cms, la prima osservazione di una particella compatibile con il borsone di Higgs, un progetto promosso dal Cern. Petula Clark vanta, invece, una lunghissima carriera di successi nel mondo della musica e della recitazione: ha venduto oltre 70 milioni di dischi in tutto il mondo. Ada Marra rappresenta una novità nella politica svizzera: eletta a 34 anni in Parlamento, è figlia di operai pugliesi. Nelly Staderini è la referente per le questioni per la salute riproduttiva di Medecins Sans Frontieres Svizzera: ha partecipato a varie missioni umanitarie in luoghi disagiati del mondo e cura la formazione delle ostetriche di Cambogia e Ciad. Esther Mamarbachi è un volto della tv svizzera in lingua francese, dove cura approfondimenti giornalistici e dibattiti. La presidente della Fondazione Erternsein Ellen Ringieri porta avanti la necessità di dialogo tra genitori e figli. Laura Bates è la fondatrice del pluripremiato progetto ‘Everyday sexism’, una piattaforma in continuo aggiornamento che raccoglie migliaia di esperienze di sessismo vissute dalle donne. Dallo sci arriva Laura Gut, bronzo alle ultime Olimpiadi di Sochi in discesa libera.

 

 

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Per accettare clicca su ACCETTO oppure scorri semplicemente la pagina. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso puoi leggere la nostra: Informativa Estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi