Lara Gut su Ferite a Morte

  • 21 marzo, 2014
Lara Gut su Ferite a Morte

Dalle piste da sci al palco di ‘Ferite a Morte’ il passo è breve. Quasi naturale per Lara Gut, campionessa svizzera, bronzo in discesa libera alle ultime Olimpiadi invernali di Sochi. A testimoniare contro la violenze sulle donne ci sarà anche lei, mercoledì 26 marzo, al Palazzo delle Nazioni Unite di Ginevra.

Un invito a cui ha voluto da subito rispondere: “Essere un’atleta e un personaggio pubblico mi ha permesso di vivere esperienze ed emozioni con molte persone e ho imparato che la notorietà può aiutare a sensibilizzare la gente su temi delicati e difficili ma dei quali é necessario parlare”.

Lara da tempo è impegnata in campagne per la lotta all’Aids e a favore di associazioni come Amnesty International: “Per me è stato stato un onore quando il progetto “Wounded to Death” mi ha chiesto di partecipare alla serata di Ginevra, perché poter parlare in difesa e in sostegno delle donne é una cosa fondamentale nel mondo attuale. È importante che la gente sostenga una causa di questo tipo”.

Ventritre anni a fine aprile, Lara Gut è una delle sciatrici di maggior talento del panorama internazionale. In carriera ha vinto, oltre al bronzo olimpico, anche tre argenti ai Mondiali e vanta 10 vittorie e 18 podi in Coppa del Mondo.

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Per accettare clicca su ACCETTO oppure scorri semplicemente la pagina. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso puoi leggere la nostra: Informativa Estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi